iran-1

IRAN 1978-1982. Una rivoluzione reazionaria contro il sistema

14,00€

Descrizione prodotto

La Persia è un mito e, al contempo, un dramma. Il suo nome evoca immediatamente scenari e personaggi da Mille e una notte, immagini fiabesche e leggendarie all’altezza di quelle raccontate da Sherazade, ma richiama immediatamente la realtà drammatica e plurisecolare di sfruttamento e oppressione di un popolo che ha chiamato il proprio paese Iran, da sempre e molto prima che lo decidesse formalmente lo scià Reza, nel recentissimo 1935.
Come sempre, il mito era ben lontano dalla realtà. Se i suoi sovrani e il suo tiranno hanno fatto tutto per rispondere al cliché, ispirarsi a esso e alimentarlo con sfarzo e sprechi, palazzi e harem, la realtà dei popoli su cui regnavano era tutt’altro che da sogno. Da prima dei tempi di Ciro il Grande fino al 1935 e oltre, sono sempre stati oppressi e sfruttati, sottoposti a tirannia e imperio, infiniti nelle forme e nella durata, nonostante ripetuti e molteplici tentativi di liberarsene, nonostante rivolte e ribellioni.

2003, pp. 160

COD: 9788880220961 Categorie: , , ,

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “IRAN 1978-1982. Una rivoluzione reazionaria contro il sistema”