Home

L’ultimo nato in casa PE


Ungheria 1956. Un fragile sogno di libertà

Ottobre 1956, la sollevazione popolare in Ungheria lancia un grido di libertà e apre uno squarcio nel muro di menzogne dello stalinismo. È un inizio, fragile e incerto, ma coraggioso e denso di conseguenze. Lo si vedrà negli anni a venire in tutti i paesi dominati dalla burocrazia del Cremlino e non solo. Le parole dei protagonisti, le dichiarazioni dei consigli, gli appelli via radio, i racconti dei testimoni: documenti per lo più inediti in Italia.

A cura di Giorgio Salmon

2016, pp 136

Le Novità

Promozioni